Le Nike Shox nascono nel 2000 dalla geniale intuizione di Sergio Lozano, già designer delle Nike Air Max 95.

La sua rivoluzionaria silhouette prendeva ispirazione dal design delle auto di Formula 1: il lato posteriore della sneaker giocava un ruolo fondamentale grazie ad un sistema di cuscinetti a vista, chiamato BOOST.

 

Se oggi è davvero facile dare per scontato tale sistema di ammortizzazione visibile, non lo era di certo all’epoca; e fu proprio per questo che le Nike Shox furono considerate una vera e propria rivoluzione nel mondo delle scarpe.

Non somigliavano a nulla di già visto precedentemente.

 

 

 

 

Dopo la prima apparizione durante le Olimpiadi di Sydney del 2000, le star del basket iniziarono a indossarle abitualmente: le Shox risultavano altamente performanti sul campo di parquet, soprattutto grazie alle “molle” posizionate nel tallone, che permettevano uno slancio maggiore rispetto alle altre scarpe.

 

 

 

 

I drop delle Shox andarono avanti fino al 2009, ma fu a quel punto che Nike decise di rivolgere le proprie attenzioni verso nuove tecnologie, come Flyknit e Lunarfoam.

Dopo alcune re-edit, le Shox caddero definitivamente nell’oblìo delle sneakes, anche se mai del tutto dimenticate.

 

 

 

 

Oggi, cavalcando l’onda dei ritorni delle sneakers dal passato e seguendo il trend dell’estetica massimalista della fine degli anni 90, già ripresa in gran parte anche da Balenciaga e Gucci; Nike ha annunciato ufficialmente il loro ritorno in auge.

 

 

 

 

Le Nike Shox arriveranno in versione OG, per l’immensa gioia dei nostalgici e di chi, forse troppo giovane, non ha potuto indossarle all'inizio degli anni 2000.

 

Per il momento ancora non è stata ancora diffusa una data ufficiale di lancio, non ti resta che aspettare il grande ritorno e restare aggiornato sui nostri social per ogni tempestivo update!